Riassegnazioni del personale dei gdp

giudici di pacePubblichiamo la nota depositata in data odierna in merito alla circolare del Capo Dipartimento sulla riassegnazione del personale degli Uffici del Giudice di Pace soppressi

Prot 74_2014_nota al Ministro_circolare riassegnazione personale uffici gdp soppressi

Quando essere un autista di automezzi speciali diventa pericoloso

procura torinoVenerdì 11 aprile a Torino un gruppo di 3 uomini incappucciati ha aspettato sotto casa, aggredito, picchiato e ferito con un coltellino l’autista del P.M. Antonio Rinaudo titolare di molte inchieste sui violenti NO-TAV.

Il nostro collega, Giuseppe Cangiano, definito mentre lo aggredivano “servo dei servi”, in realtà è semplicemente un pubblico dipendente che svolge il suo lavoro. Accompagna il magistrato nei suoi spostamenti.

I nostri autisti, lo ricordiamo, fanno parte del personale amministrativo del Ministero della Giustizia ma spesso, a parità di stipendio, si trovano a vivere situazioni rischiose. Se al Magistrato viene assegnata una scorta, loro sono lì alla guida dell’auto senza preparazione specifica, senza armi, a rischiare la vita insieme al Magistrato e senza alcun riconoscimento. (altro…)

ASSENZA? NO,PERMESSO

pesce rossoIl Dipartimento della Funzione Pubblica nella Circolare n. 2 del 4/02/2014 avrebbe interpretato le disposizioni sulle assenze per visite mediche dei dipendenti pubblici emanando disposizioni operative. Ricordiamo che il D.lvo 165/2001 (modificato negli anni e, da ultimo, dalla L.125/2013) ha disposto: “Nel caso in cui l’assenza per malattia abbia luogo per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici, il permesso è giustificato mediante la presentazione di attestazione, anche in ordine all’orario, rilasciata dal medico o dalla struttura, anche privati, che hanno svolto la visita o la prestazione o trasmesse da questi ultimi mediante posta elettronica“.

Le differenze rispetto alla precedente disciplina della materia delle “assenze per visita specialistica” sono, manco a dirlo, in senso assolutamente sfavorevole al lavoratore, ovvero:

1) Trasformare l’assenza per malattia in permesso avrebbe implicato che per l’effettuazione di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici, il dipendente debba fruire dei “permessi per documentati motivi personali”, secondo la disciplina dei CCNL, o di altri istituti contrattuali come i “permessi brevi” o la “banca delle ore” e solo se queste assenze sono accompagnate da una incapacità lavorativa, trovano applicazione le disposizioni che regolamentano l’assenza per malattia. (altro…)

Riassegnazioni in corso

Ariassegnazionebbiamo ricevuto l’informativa sulle riassegnazioni del personale del GdP che andrà, anche in soprannumero, nei Tribunali, Procure e GdP. Rimandiamo alla lettura della comunicazione riservandoci ogni attenta valutazione.

provvedimento riassegnazione personale GdP

LA MARCIA SILENZIOSA


rabbiaSerpenteggia silenziosa la mobilità del personale esterno nel Ministero della Giustizia che di certo danneggerà tutti i lavoratori che da anni aspettano o meglio, agognano, il trasferimento a casa. Tutti i pendolari che spendono parte consistente del proprio stipendio in viaggi (e non di piacere) che spendono energie, che invecchiano sperando.

Una speranza che l’Amministrazione ha sempre coltivato sottoscrivendo Accordi sindacali prevedendo interpelli prima semestrali (1998) e poi annuali (2007), accordi mai rispettati. In 14 anni sono stati banditi solo due interpelli nazionali con pochi posti e senza scorrimento delle graduatorie nonostante molteplici richieste.

Nel frattempo dall’esterno, poco alla volta, è entrato personale, con o senza concorso ma sempre silenziosamente. Pochi alla volta.

Questa volta il problema è diverso. E’ imminente l’arrivo di migliaia di lavoratori, di qualifiche sconosciute in sedi sconosciute. Sono in corso comandi da altre Amministrazioni (Ministeri ed enti locali), anche in uffici soprannumerari.

Non possiamo far finta che ora non stia succedendo nulla e gridare quando sarà troppo tardi. Siamo abituati alle carte ed ai fatti, non alle chiacchiere ed ai megafoni. (altro…)

apr 16 2014

Riassegnazioni del personale dei gdp

giudici di pacePubblichiamo la nota depositata in data odierna in merito alla circolare del Capo Dipartimento sulla riassegnazione del personale degli Uffici del Giudice di Pace soppressi

Prot 74_2014_nota al Ministro_circolare riassegnazione personale uffici gdp soppressi

Permalink link a questo articolo: http://giustizia.uglintesa.it/wordpress/riassegnazioni-del-personale-dei-gdp/

apr 16 2014

Quando essere un autista di automezzi speciali diventa pericoloso

procura torinoVenerdì 11 aprile a Torino un gruppo di 3 uomini incappucciati ha aspettato sotto casa, aggredito, picchiato e ferito con un coltellino l’autista del P.M. Antonio Rinaudo titolare di molte inchieste sui violenti NO-TAV.

Il nostro collega, Giuseppe Cangiano, definito mentre lo aggredivano “servo dei servi”, in realtà è semplicemente un pubblico dipendente che svolge il suo lavoro. Accompagna il magistrato nei suoi spostamenti.

I nostri autisti, lo ricordiamo, fanno parte del personale amministrativo del Ministero della Giustizia ma spesso, a parità di stipendio, si trovano a vivere situazioni rischiose. Se al Magistrato viene assegnata una scorta, loro sono lì alla guida dell’auto senza preparazione specifica, senza armi, a rischiare la vita insieme al Magistrato e senza alcun riconoscimento. Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://giustizia.uglintesa.it/wordpress/quando-essere-un-autista-di-automezzi-speciali-diventa-pericoloso/

apr 11 2014

ASSENZA? NO,PERMESSO

pesce rossoIl Dipartimento della Funzione Pubblica nella Circolare n. 2 del 4/02/2014 avrebbe interpretato le disposizioni sulle assenze per visite mediche dei dipendenti pubblici emanando disposizioni operative. Ricordiamo che il D.lvo 165/2001 (modificato negli anni e, da ultimo, dalla L.125/2013) ha disposto: “Nel caso in cui l’assenza per malattia abbia luogo per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici, il permesso è giustificato mediante la presentazione di attestazione, anche in ordine all’orario, rilasciata dal medico o dalla struttura, anche privati, che hanno svolto la visita o la prestazione o trasmesse da questi ultimi mediante posta elettronica“.

Le differenze rispetto alla precedente disciplina della materia delle “assenze per visita specialistica” sono, manco a dirlo, in senso assolutamente sfavorevole al lavoratore, ovvero:

1) Trasformare l’assenza per malattia in permesso avrebbe implicato che per l’effettuazione di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici, il dipendente debba fruire dei “permessi per documentati motivi personali”, secondo la disciplina dei CCNL, o di altri istituti contrattuali come i “permessi brevi” o la “banca delle ore” e solo se queste assenze sono accompagnate da una incapacità lavorativa, trovano applicazione le disposizioni che regolamentano l’assenza per malattia. Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://giustizia.uglintesa.it/wordpress/assenza-nopermesso/

apr 10 2014

Riassegnazioni in corso

Ariassegnazionebbiamo ricevuto l’informativa sulle riassegnazioni del personale del GdP che andrà, anche in soprannumero, nei Tribunali, Procure e GdP. Rimandiamo alla lettura della comunicazione riservandoci ogni attenta valutazione.

provvedimento riassegnazione personale GdP

Permalink link a questo articolo: http://giustizia.uglintesa.it/wordpress/riassegnazioni-in-corso/

apr 04 2014

LA MARCIA SILENZIOSA


rabbiaSerpenteggia silenziosa la mobilità del personale esterno nel Ministero della Giustizia che di certo danneggerà tutti i lavoratori che da anni aspettano o meglio, agognano, il trasferimento a casa. Tutti i pendolari che spendono parte consistente del proprio stipendio in viaggi (e non di piacere) che spendono energie, che invecchiano sperando.

Una speranza che l’Amministrazione ha sempre coltivato sottoscrivendo Accordi sindacali prevedendo interpelli prima semestrali (1998) e poi annuali (2007), accordi mai rispettati. In 14 anni sono stati banditi solo due interpelli nazionali con pochi posti e senza scorrimento delle graduatorie nonostante molteplici richieste.

Nel frattempo dall’esterno, poco alla volta, è entrato personale, con o senza concorso ma sempre silenziosamente. Pochi alla volta.

Questa volta il problema è diverso. E’ imminente l’arrivo di migliaia di lavoratori, di qualifiche sconosciute in sedi sconosciute. Sono in corso comandi da altre Amministrazioni (Ministeri ed enti locali), anche in uffici soprannumerari.

Non possiamo far finta che ora non stia succedendo nulla e gridare quando sarà troppo tardi. Siamo abituati alle carte ed ai fatti, non alle chiacchiere ed ai megafoni. Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://giustizia.uglintesa.it/wordpress/la-marcia-silenziosa/

Post precedenti «

%d bloggers like this: